Luna Rossa History (it)

La prima sfida (30^ America's Cup - Auckland - Nuova Zelanda - Anno 2000)

3 Febbraio 1997, Milano, Italia

© Photo:© Carlo Borlenghi

L'idea.

Una sera, in un ufficio nei pressi del Duomo di Milano, Patrizio Bertelli e lo yacht designer argentino German Frers discutono della costruzione di una barca da crociera. Improvvisamente German Frers chiede: "Perchè non facciamo la Coppa America?" "Facciamo la Coppa America !"

In 15 giorni, dal nulla, si consolida il nucleo di una sfida che resterà nella memoria degli italiani e di tutti gli appassionati del mondo.

Nasce il team Luna Rossa.

Pochi mesi e la squadra è completa, tutto è pronto per iniziare gli allenamenti.

Si traccia il futuro: due anni e mezzo di sveglia alle sei, palestra, in mare, ancora palestra; tre trasferte agli antipodi; un anno e mezzo di cielo e mare neozelandesi;

la grande emozione per il varo delle due Luna Rossa, snelle, eleganti, color argento per i neozelandesi saranno "Silver Bullet", proiettili d'argento.

5 maggio 1999, Punta Ala
Varo di Luna Rossa ITA 45; madrina del varo Miuccia Prada.

5 giugno 1999, Punta Ala
Varo di Luna Rossa ITA 48; madrina del varo Miuccia Prada.

© Carlo Borlenghi

6 Febbraio 2000, Auckland, Nuova Zelanda

Il team Luna Rossa scrive un pezzo di storia sconfiggendo 10 avversari, con un record di 38 vittorie su 49 regate disputate.

L'ultimo della serie è l'americano Paul Cayard con la sua barca verde e grigia; ci vogliono tutte le 9 regate previste dal regolamento per vincere la Louis Vuitton Cup ed avere così il diritto di affrontare i neozelandesi nel Match finale.

È la prima volta che uno skipper italiano partecipa al Match finale della Coppa America, ed è la prima volta che questa si disputa senza una barca americana.

© Carlo Borlenghi

2 Marzo 2000, Auckland, Nuova Zelanda

Una sconfitta difficile per gli uomini di Luna Rossa che non sono riusciti a tenere testa a NZL 60, più veloce e innovativa in alcuni dettagli tecnici mai visti prima d’ora.

2.000 barche, 70.000 tifosi al villaggio, Auckland impazzisce di gioia.

Dopo gli Stati Uniti, anche la Nuova Zelanda riesce a difendere la Coppa con successo.

La sfida del 2003 (31^ America's Cup - Auckland - Nuova Zelanda)
Gennaio 2001, Auckland, Nuova Zelanda

Tre barche in acqua: due Luna Rossa e Young America. Tre mesi a disposizione per riprendere confidenza con il Golfo di Hauraki. A fine estate (australe) si torna in Italia per continuare il lungo processo di apprendimento e miglioramento in mare e a terra.

Agosto 2001, Cowes, Inghilterra

Ai primi di agosto si parte per Cowes, in Inghilterra, per partecipare alla

America's Cup Jubilee e celebrare i primi 150 anni di storia della Coppa America.

20 maggio 2002, Punta Ala
Varo di Luna Rossa ITA 74; madrina del varo Miuccia Prada.

28 agosto 2002, Auckland
Varo di Luna Rossa ITA 80; madrina del varo Miuccia Prada.

Agosto 2002, partenza per la Nuova Zelanda

Resta poco più di un mese per acclimatarsi e mettere a punto le due nuove Luna Rossa - ITA 74 e ITA 80 - prima dell'inizio delle regate.

© Borlenghi Carlo

Settembre 2002, Auckland, Nuova Zelanda

Il primo Round Robin inizia il 1° Ottobre. Il team chiude la serie con quattro vittorie e quattro sconfitte. Insoddisfatti, si decide di apportare sostanziali modifiche a scafo e appendici. Una nuova prua è disegnata, costruita e installata a tempo di record su ITA 74 assieme alla nuova chiglia già prevista dal piano di sviluppo. Nel secondo Round Robin ITA 74 ottiene sette vittorie in otto regate disputate, qualificandosi ai quarti di finale. Luna Rossa modifica nuovamente la prua di ITA 74, ottimizza albero e appendici e si presenta al via con un'imbarcazione sostanzialmente nuova.

Nella fase successiva Luna Rossa ITA 74 vince quattro regate a zero e accede alle semifinali contro One World dalla quale verrà però sconfitta.

La sfida del 2007 (32^ America's Cup - Valencia - Spagna)

19 Agosto 2004

Viene lanciata ufficialmente la sfida attraverso lo Yacht Club Italiano, il più antico club velico del Mediterraneo, fondato nel 1879 a Genova.

I due partner di Luna Rossa Challenge 2007 sono il Gruppo PRADA e il Gruppo Telecom Italia. Presente a Valencia gia' dal febbraio 2004, il team Luna Rossa è stato il primo consorzio a insediarsi nella sede prescelta per la 32^ America's Cup, iniziando nel maggio dello stesso anno gli allenamenti in mare con ITA 74 e ITA 80.

Mantenendo integro lo storico nucleo originario del team, viene promossa una lunga fase di rinnovamento inserendo in tutti i settori elementi di grande valore e puntando con decisione sulle tecnologie più all’avanguardia.

Nei diversi reparti di Luna Rossa Challenge 2007 (sailing team, design team, shore team, meteo, performance, boat builders, veleria, logistica, amministrazione e management) sono impegnate circa 110 persone in rappresentanza di 18 nazioni.

© Francesco Ferri ACM

Ottobre 2004 - Aprile 2007

Il team Luna Rossa partecipa ai Louis Vuitton Acts previsti nel nuovo formato di selezione per gli sfidanti.

Questi si svolgeranno in diverse città europee: Valencia, Marsiglia, Malmö e Trapani.

22 marzo 2006, Valencia
Varo di Luna Rossa ITA 86; madrina del varo Miuccia Prada.

18 gennaio 2007, Valencia
Varo di Luna Rossa ITA 94; madrina del varo Miuccia Prada.

9 Maggio 2007

Luna Rossa si classifica 3^ alla fine dei Round Robin e accede alle semi-finali della

Louis Vuitton Cup.

20 Maggio 2007

Luna Rossa si qualifica per la Finale della Louis Vuitton Cup sconfiggendo con il punteggio di 5 a 1 BMW Oracle Racing. In finale Luna Rossa incontrerà i neozelandesi di Emirates Team New Zealand, vittoriosi contro gli spagnoli di Desafio Español 2007.

6 Giugno 2007

Dopo cinque regate molto combattute e disputate in condizioni di vento a lei non favorevoli, Luna Rossa viene sconfitta da Emirates Team New Zealand che si aggiudica la Louis Vuitton Cup e il diritto di sfidare il defender Alinghi.

© Photo: Carlo Borlenghi/ACM

2008 - 2009
Dicembre 2008

Una nuova imbarcazione Luna Rossa, classe STP65', è varata a Valencia. Parteciperà alle più importanti regate internazionali della stagione 2009 con un nuovo gruppo di velisti.

Gennaio 2009

Il team Luna Rossa partecipa alle Louis Vuitton Pacific Series (Auckland - Nuova Zelanda - 30 Gennaio/14 Febbraio).

© ©Photo:Stefano Gattini/Luna Rossa Challenge

Aprile 2009

L'STP65' Luna Rossa vince la classifica generale di Palmavela (Palma de Mallorca) nella classe Mini-Maxi.

Agosto 2009

L'STP65 Luna Rossa termina 2° in classifica generale alla regata del Fastnet, aggiudicandosi l'Arambalza Cup e il Kees van Dam Memorial Trophy.

Ottobre 2009

L'STP65' Luna Rossa vince la Rolex Middle Sea Race nella classe ORC.

2010

Il team Luna Rossa partecipa al circuito Audi Med Cup TP52 e alle regate del Louis Vuitton Trophy (La Maddalena).

2011

Marzo - Dicembre

Il team Luna Rossa partecipa alle Extreme Sailing Series, circuito internazionale professionale su 9 eventi riservato ai catamarani della classe Extreme 40.

11 Dicembre

Singapore - Il team Luna Rossa, con Max Sirena (skipper), Paul Campbell-James (timoniere), Alister Richardson (tattico) e Manuel Modena (trimmer), in un finale mozzafiato e combattuto fino all'ultima regata dell'ultimo dei 9 eventi, si aggiudica il Campionato 2011 Extreme Sailing Series con 7 punti di vantaggio sul secondo, battendo, tra gli altri, avversari del calibro di Emirates Team New Zealand, Alinghi, Groupe Edmond de Rothschild, Artemis.

2012

Gennaio - Marzo

Auckland (Nuova Zelanda) - Il team Luna Rossa arriva a Auckland per iniziare il periodo di preparazione e le regate di allenamento insieme a Emirates Team New Zealand con i due AC45 ad ala rigida e il catamarano SL33 con cui vengono fatti i primi test sul foiling.

© NIGEL MARPLE

4 Aprile

Il team viene ufficialmente presentato presso il Circolo della Vela Sicilia a Palermo.

© Carlo Borlenghi

America’s Cup World Series 2011-2012

7 - 15 Aprile

Napoli - I due catamarani di Luna Rossa regatano per la prima volta nel circuito AC45.

Al suo esordio il team Luna Rossa si dimostra molto competitivo: Piranha conquista la vittoria nelle regate di flotta (2° nel match race), Swordfish termina sesta (4° nel match race).

12 - 20 Maggio

Venezia - La settimana di regate si apre con il Trofeo Arzanà Città di Venezia

(12-13 maggio), vinto da Luna Rossa Piranha, a cui segue, in seconda posizione, Luna Rossa Swordfish. Nelle prove dell'America’s Cup World Series, il team conclude secondo (LR Piranha) e settimo (LR Swordfish) nel match race e quinto (LR Piranha) e sesto (LR Swordfish) nelle regate di flotta.

© Carlo Borlenghi

26 Giugno - 1 Luglio

Newport, RI (USA) - Luna Rossa Piranha conquista la semifinale di match race (3^ classificata) e vince la classifica della regate di flotta. Luna Rossa Swordfish conclude quinta (regate di flotta) e settima (match race).

29 Giugno

Newport, RI (USA) - Patrizio Bertelli viene inserito, primo italiano nella storia, nell’America’s Cup Hall of Fame.

© Carlo Borlenghi

America’s Cup World Series 2012-2013

21 - 26 Agosto

San Francisco (USA) - Basse temperature e vento teso. Nei match race i catamarani AC45 Luna Rossa, dopo essersi qualificati per i quarti di finale, vengono eliminati ottenendo la sesta (LR Piranha) e la settima (LR Swordfish) posizione. Nelle regate di flotta Luna Rossa Piranha, termina seconda Luna Rossa Swordfish conclude quinta.

4 - 7 Ottobre

San Francisco (USA) - Settimana difficile per Luna Rossa che si presenta con Iker Martinez (da solo pochi giorni nel team) al timone di Luna Rossa Swordfish. Luna Rossa termina in nona (Piranha) e undicesima (Swordfish) posizione della classifica di flotta.

26 Ottobre

Auckland (Nuova Zelanda) - Varo del catamarano ad ala rigida AC72 Luna Rossa, con cui il team parteciperà alla 34^ America’s Cup. Madrina del varo è Miuccia Prada.

Alla costruzione del maxi catamarano hanno partecipato 300 persone per un totale di 52.000 ore lavorative di cui 12.000 per la costruzione dell’ala, 17.000 per la costruzione degli scafi, 23.000 per la costruzione della piattaforma e dei foil. Sono stati utilizzati 500 kg. di titanio e a bordo ci sono circa 2.000 metri di cime (scotte, drizze, etc.)

© Carlo Borlenghi

Novembre - Dicembre

Auckland (Nuova Zelanda) - Inizia un periodo intenso di allenamenti nel Golfo di Hauraki, alternati a regate contro Emirates Team New Zealand.

 

2013

Febbraio

Auckland (Nuova Zelanda) - Viene annunciato il timoniere: Chris Draper, con Francesco “Checco” Bruni alla tattica.

© Carlo Borlenghi

America’s Cup World Series 2012-2013

13 - 21 Aprile

Napoli - Luna Rossa “Piranha” timonata da Chris Draper termina al secondo posto la regata di flotta. Luna Rossa “Swordfish”, timonata da Francesco Bruni, alla sua prima esperienza su di un catamarano conquista un primo e un secondo posto rispettivamente nelle classifiche delle regate di flotta e di match ace.

© Carlo Borlenghi

9 Maggio

San Francisco (USA) - Il team Luna Rossa Challenge 2013 è costernato per l’incidente che ha causato la morte di Andrew Simpson (Artemis Racing), medaglia d’oro alle Olimpiadi di Londra.

17 Maggio

Alameda (USA) - Patrizio Bertelli, Presidente di Luna Rossa Challenge 2013, incontra la stampa presso la base di Luna Rossa ad Alameda in presenza dell’intero team e richiede maggiore sicurezza per i team in gara.

© Carlo Borlenghi

18 Maggio

San Francisco (USA) - Primo giorno di navigazione nella baia di San Francisco.

© Carlo Borlenghi

29 Giugno

San Francisco (USA) - Il Direttore di Regata della 34^ America’s Cup introduce 37 raccomandazioni di sicurezza.

2 Luglio

San Francisco (USA) - Luna Rossa ed Emirates Team New Zealand presentano una protesta alla Giuria Internazionale contro due delle 37 raccomandazioni introdotte dal Direttore di Regata (nuove Regole di Classe senza il consenso unanime degli sfidanti).

7 Luglio

San Francisco (USA) - Prima regata del Round Robin della Louis Vuitton Cup, Luna Rossa contro Emirates Team New Zealand. Luna Rossa decide di non regatare in attesa del verdetto della Giuria Internazionale.

11 Luglio

San Francisco (USA) - la Giuria Internazionale emette verdetto a favore delle proteste presentate da Luna Rossa e Emirates Team New Zealand. Luna Rossa regata per la prima volta, in solitario, contro Artemis Racing.

1 Agosto

San Francisco (USA) - Emirates Team New Zealand vince il Round Robin della Louis Vuitton Cup e accede alla Finale della Louis Vuitton Cup (17-30 agosto). Luna Rossa si prepara ad affrontare Artemis Racing nelle semifinali della Louis Vuitton Cup (6-15 agosto).

© Carlo Borlenghi

6-9 Agosto

San Francisco (USA) - Luna Rossa batte 4-0 il team svedese di Artemis Racing e vince le semifinali della Louis Vuitton Cup. Per la terza volta in quattro campagne di Coppa America, Luna Rossa si qualifica per la Finale della Louis Vuitton Cup.

© Carlo Borlenghi

23 Agosto

San Francisco (USA) - Luna Rossa Piranha viene ufficialmente dichiarata vincitrice del titolo Mondiale Assoluto 2012/2013 del Campionato America’s Cup World Series, nonché della prova di Newport 2012 (Match Race) e della prova di San Francisco agosto - 2012 (regata di flotta). La revisione della classifica viene ufficializzata dalla Giuria Internazionale a seguito della protesta presentata dal Direttore di Regata per le modifiche illegali sugli AC45 (violazione del Regolamento di Classe) da parte di Oracle Team USA Spithill, Oracle Team USA Coutts e BAR, partecipanti alle America’s Cup World Series.

25 Agosto

San Francisco (USA) - Luna Rossa sfida Emirates Team New Zealand nell’ottava regata delle finali della Louis Vuitton Cup (1-7). I neozelandesi segnano il settimo punto necessario per accedere all’America’s Cup contro il Defender Oracle Team USA.

© Abner Kingman

13 Settembre

San Francisco (USA) - Vengono consegnati ufficialmente a Luna Rossa Piranha i trofei delle America’s Cup World Series 2012/2013: titolo Mondiale Assoluto 2012/2013 del Campionato America’s Cup World Series, vincitore della prova di Newport 2012 (Match Race) e della regata di flotta di San Francisco agosto – 2012.

7 – 25 Settembre

San Francisco (USA) - America’s Cup Final Match: Oracle Team USA versus Emirates Team New Zealand. Il primo team che vince 9 regate conquista la Coppa America. Il team americano è protagonista di una delle più storiche rimonte nella storia dello sport, riuscendo a trasformare lo svantaggio di 8-1 in una vittoria 8-9. Il 25 settembre, data del match decisivo, Oracle Team USA batte Emirates Team New Zealand e vince la 34^ America’s Cup.

© Gilles Martin-Raget